Nigella a Milano!

I fan di Nigella Lawson in trepidante attesa a Milano

Milano, 20 ottobre, ore 16.30, sono davanti al negozio Arclinea per l’appuntamento con la mitica food writer Nigella Lawson.
Mostro il biglietto d’invito stampato da Facebook ad una altezzosa signorina bionda che mi domanda se ho con me il libro di Nigella.
– Perchè, è obbligatorio acquistarlo per entrare?
– Mah, veramente l’invito è per farselo autografare, comunque può comprarlo qui in negozio.
– Ah va bene, corro ad acquistarlo..( adoro Nigella, ma il libro può aspettare..)

Una piccola folla si accalca davanti al tavolo vuoto dove si siederà la dea della cucina, che si materializzerà dopo circa tre quarti d’ora d’attesa in piedi, con un vento gelido e fastidioso che ti attanaglia, e un paio di camerieri che offrono spumantino e salatini.

Vietatissimo scattare foto alla diva, un paio di energumeni tengono d’occhio chi osa estrarre la fotocamera, ma col telefonino si dà meno nell’occhio..

L'arrivo di Nigella Lawson e Csaba dalla Zorza

Finalmente arriva il pulmino bianco dal quale scendono le due dive di Hollywood, prima Csaba dalla Zorza, che ha voluto chiarire a tutti che è juventina, e Nigella, un’esplosione di bellezza, sensualità e coraggio, perchè col freddo che c’era è apparsa con un tubino nero scollatissimo dal quale debordavano le giunoniche forme.
Davvero splendida e raggiante!
Si fionda senza troppi preamboli al tavolo e via con il book signing.
La folla la sommerge e io a quel punto me ne vado dentro Arclinea, dove c’è Csaba e i suoi fan in composta adorazione.
Il tempo di un paio di foto al volo e via.

Csaba dalla Zorza presa d'assalto dai fan
Aspettando Nigella...
Annunci

4 pensieri su “Nigella a Milano!

  1. certo che se metti i diritti riservati alle tue foto, chiedi almeno alle persone che fotografi se ti autorizzano a mettere la loro foto sul tuo blog

    Mi piace

    1. Prima di pontificare, studia!
      Ti ricordo cosa dice la legge:
      Art. 97 – Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell’immagine è giustificata dalla notorietà o dall’ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici e culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico. Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l’esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all’onore, alla reputazione o anche al decoro della persona ritrattata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...