Nuova truffa Costa D’Avorio/Moneybookers

Dalla truffa alla nigeriana alla Costa d’Avorio il passo è breve, ecco i dettagli.
Ho in vendita una borsa su Subito.it.
Mi arriva una email da una certa YVETTE che mi chiede se l’articolo è ancora disponibile, al che rispondo SI.

Mi arriva in seguito un’altra email che riporto testualmente:

“Il 07/04/2013 16.02, yvette karamoko ha scritto:
———————————————————————————————————-
> Grazie per la vostra risposta,
> Sono attualmente all’estero, ho dei soldi sul mio conto moneybookers.
> Vorrei regolare tramite un pagamento online sicuro e istantaneo http://www.moneybookers.com Skrill.
> Moneybookers è facil e sicuro,
> Devi mandarmi una richiesta di pagamento.
> È necessario creare un account su http://www.moneybookers.com (libero).
> Per il pagamento una volta che il conto è aperto vai alla sezione servizi, si vedrà “Richiesta di pagamento”, selezionare e navigare al mio indirizzo yvettekaramoko@gmail.com
>
> Nota: il valore sarà: prezzo della merce + spese di spedizione.
>
> Ecco il link da utilizzare per la spedizione:
>
> http://www.chronopost.com
>
> La spedizione sarà da CHRONOPOST INTERNATIONAL
>
> LA SIGNORA YVETTE KARAMOKO
> INDIRIZZO: 01 BP 964 ABIDJAN 01,
> MAROCRY SICOGI
> CAP: CI00225
> CITTA ‘: ABIDJAN
> PAESE: COSTA D’AVORIO
> TELEFONO: +225 55789992
>
> Grazie
>
—————————————————————————————————–

Ora, il fatto che la tizia imponga lei le condizioni per il pagamento e la spedizione ( per la cronaca, Moneybookers è tipo Paypal ), fa già pensare all’imbroglio, basterebbe questo per desistere e mandarla a quel paese, ma io le rispondo così:
———————————————————————-

“Buongiorno,
può inviare il pagamento tramite bonifico bancario.

Prezzo euro 250 + 55 (spedizione) = 305 euro
Non accetto altre forme di pagamento.

Cordiali saluti.”
———————————————————————–

La signora non desiste e mi risponde così:
———————————————————————————-

“Io sono all’estero e hanno a disposizione fondi MONEYBOOKERS.

Moneybookers è semplice e sicuro:
è necessario creare un account per http://www.moneybookers.com (libero)
Per il pagamento una volta che il conto è aperto,si va ai servizi,
si vedrà “Richiedere soldi” selezionare e immettere l’indirizzo yvettekaramoko@gmail.com
Per l’importo sarà: prezzo della merce + spese di spedizione
La spedizione sarà da posta INTERNAZIONALE (PACCOCELERE o POSTACELERE)
LA SIGNORA YVETTE KARAMOKO
INDIRIZZO: 01 BP 964 ABIDJAN 01,
MAROCRY SICOGI
CAP: CI00225
CITTA ‘: ABIDJAN
PAESE: COSTA D’AVORIO
TELEFONO: +225 55789992

——————————————————————————————————-
Al che ho interrotto ogni altro tipo di comunicazione e la cosa è finita lì, ovviamente non ho spedito niente!
Eppure, se cercate sul web,  è pieno di gente che ha spedito la merce prima di ricevere i soldi.
Perciò attenzione, non spedire niente prima di aver ricevuto i soldi!

 

Annunci

5 pensieri su “Nuova truffa Costa D’Avorio/Moneybookers

  1. Buon giorno,
    anche io ho ricevuto proposta per una borsa firmata messa in vendita su Subito.it. Ho aperto conto su Skrill per ricevere il pagamento, dicendo di aspettare ad accreditare la cifra perchè tale conto sarebbe stato attivo dopo qualche giorno, ma il fantomatico Thierry Tiesco di Abidijan- Costa d’Avorio ha effettuato a suo dire il pagamento, che logicamente è rimasto nell’etere, visto che il conto non era attivo! insiste per farsi mandare la merce, perchè Skrill paga solo dopo aver visto la ricevuta della spedizione. E’ possibile una cosa del genere? Mi puzza di truffa…Qualcuno mi sa rispondere come funziona Skrill? Grazie in anticipo.

    Mi piace

  2. Sono stato vittima di una tale truffa, mi hanno truffato 6350 € ma ho presentato una denuncia sul sito della polizia Interpol questi truffatori sono stati arrestati e ho potuto prendere tutti i miei soldi.
    Si può fare lo stesso se siete stati truffati rivolgendosi a:

    http://net-interpol.com/plainte.php

    agire contro le truffe

    Mi piace

  3. Chiedo scusa a tutti in anticipo se il mio commento, che posto quì di seguito, può sembrare, per così dire…poco ortodosso e pieno di parolacce ma, ormai, credo che sia arrivato il momento di ridimensionare la nostra “voglia di tolleranza” e passare ai fatti. Dopo questa premessa, voglio informarvi che seguo la storia “truffe dall’africa” sin dal 2007…si tratta quasi sempre di bande di merdosi nigeriani senza fissa dimora ma che hanno tratto in “schiavitù” propri connazionali o avoriani (paradossale vero? Dei neri che hanno schiavizzato altri neri!!!) specializzati in questo settore (truffe) e, proprio per la loro incredibile fervida immaginazione dedita esclusivamente al delinquere indisturbati (tanto, si tratta dell’italia: chi vuoi che ti condanna se truffi un poveraccio???), questi schifosi figli di vacca da riproduzione si approfittano in maniera subdola e indegna dei nostri bisogni insinuandosi nei siti di compravendita on-line italiani (e sicuramente di tutta Europa) ed hanno purtroppo fregato tantissima gente.
    Il motivo? Beh…molto semplice: perché quei porci mafiosi che ci governano ci continuano a sfiancare di tasse, imposte e tangenti di varia forma e natura riducendoci con le pezze al culo a tal punto che siamo disposti a credere al primo stronzo che ci contatta con email fotocopiate in italiano risicato (e presentandosi quale dottore, ingegnere, religioso, militare, ecc. ecc. per infondere fiducia) pur di mettere in tasca qualche spicciolo per tirare a campare ricavandolo dalla vendita dei nostri beni che viene fatta, ci tengo a sottolinearlo, per esclusivo bisogno e non per sfizio. Posso pensare che la colpa può anche essere nostra perché, agli occhi di merde infami che vivono in posti dove i rapporti umani sono parificati a quelli delle bestie, la nostra gentilezza e semplicemente il nostro essere “persone per bene” viene interpretato come “coglionaggine, quindi siamo visti persone da inculare senza pietà. La cosa che fà più incazzare è che si tratta di emeriti figli di lurida troia che fino all’altro giorno si dondolavano sui rami degli alberi mangiando banane con tutta la scorza mentre ora vivono in 30 in una capanna fatta di fango e merda agendo indisturbati a caccia di poveracci come noi (sappiate che nel loro pulcioso paese, 10 euro valgono 10000 volte tanto!!!). Faccio anche presente, per chi non lo sapesse, che queste merde fanno capo ai reali truffatori che hanno sede negli stati uniti ai quali va la fetta maggiore della truffa andata “a buon fine” per cui sono virtualmente NON rintracciabili e, di conseguenza, denunciare alla polizia postale non serve ad una beneamata mazza (anche perchè, causa tagli del governo italiota di merda, non hanno le risorse per arginare il problema). E proprio perchè siamo totalmente indifesi (anche i moderatori di stà minchia dei siti di compravendita on-line sono una massa di addormentati) l’unico e solo consiglio che mi sento di dare (e che ho dato a tantissimi utenti dei vari preziosi Blog che trattano questi argomenti), anche se sortirà esclusivamente un proprio personale effetto benefico, è questo: rispondete subito all’email delle scimmie schifose che vi hanno contattato con email fotocopiate scritte in italiano “zoppicante” da Google traduttore scatenando 5 minuti di ira furiosa con insulti, bestemmie, offese pesantissime (anche di carattere razziale) e parolacce…senza ritegno, senza pudore e senza timore di ritorsione alcuna: dateci giù pesante. E se per caso il truffatore in questione dovesse avere le palle di risponderle (su oltre 200 email che ho ricevuto, solo 2 o 3 mi hanno risposto trovando pane per i loro marci denti), continuate con gli insulti, parolacce e offese: è il caso di ricordare a queste merde (mi riferisco esclusivamente a chi operano in tal senso senza pensare minimamente di migliorarsi) che il loro posto è e sarà sempre sui rami degli alberi come i loro antenati o a raccogliere i pomodori per 15 ore di fila con condimento di calci e pugni. Infine, per tranquillizzarvi, se avete inviato il Vs. Iban e copia del documento di identità. sappiate che: con il primo in loro possesso non possono mettere le loro immonde mani sul Vs. c/c ma possono utilizzare le Vs. copia della carta di identità sostituendo, con molta probabilità, i dati (tipo cognome e nome, residenza, ecc. ecc.) lasciando invece la foto.
    Naturalmente, quanto sopra vale quale gran bel VAFFANCULO a tutti gli ostinati perbenisti “paladini della rettitudine” e irriducibili difensori della mentalità della “tolleranza a tutti i costi”: Quando poi toccheranno seriamente il vostro culo ne riparliamo.
    Saluti,
    Francesco67.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...